Dopo la tempesta c’è sempre il sole o quasi…

E’ successo davvero di tutto Lunedì 29 Ottobre in questa città e nel resto della Liguria. Un ciclone mediterraneo, il primo della nostra storia, ha preso di petto l’intera regione e senza pensarci due volte ha sferzato venti a più di 150 km/h su tutte le coste. Il mare ha quindi raggiunto onde di 8 metri, cose da Oceano Atlantico.

Il nostro POST FACEBOOK 2 giorni prima

Ecco invece il ciclone e le piogge che hanno iniziato a imperversare dalle prime luci del mattino

Il Ciclone mediterraneo in azione, piogge fortissime su Spezia città e provincia

in 2 giorni sono cadute le piogge di quasi 3 mesi.

Il ciclone mediterraneo ha quindi continuano la sua folle corsa verso la Liguria dove si è abbattuto intorno alle 19:00 portando con sé prima venti di Scirocco a 80/90 km/h e poi di Libeccio a oltre 130km /h su molte zone Liguri e anche Spezzine (in città il record è stato 171 km/h). Il mare poi è stato letteralmente lanciato sulla terra ferma con onde dai 6 agli 8 metri alzando il proprio livello, non solo onde quindi ma anche un effetto “Surge [la profonda depressione ha innalzato il livello del mare provocando situazioni simili a quelle causate da depressioni tropicali e uragani].

Siamo quindi passati alla conta dei danni…

Purtroppo non sarà l’ultimo ciclone che vivremo, il clima sta cambiando, più abbiamo calore “extra stagione” più energia si accumulerà e più energia abbiamo accumulato più la natura dovrà usare sistemi “esterni” per dissipare tanto calore…. siamo ancora in tempo per aiutare la terra, per aiutare noi stesso, non sprechiamo questa opportunità.