Fine 2017 e inizio 2018 di alti e bassi, poi l’invero si farà di nuovo strada

I modelli nuovamente incerti sul breve ma dopo la prima settimana di Gennaio…

Ci avviamo verso la fine del 2017 così come il suo inizio con modelli incerti nel breve periodo dove l’incertezza è la reale padrona anche se, analizzando a fondo si capisce come caldo e freddo si alterneranno almeno sino alla prima settimana di Gennaio per poi lasciare spazio, forse, all’inverno per davvero.

Il 2017 è stato un anno di alti e di bassi, il suo inverno da Gennaio a quasi Marzo è stato decisamente sopra media e con scarse piogge, situazione che si è poi protratta in avanti abbassando di fatto il totale annuo delle piogge incappando in stati di siccità davvero pericolosi. Con il passare dell’estate però si è visto un deciso cambiamento con il ritorno delle piogge e temperature nella media per moltissimo tempo, cosa che non capitava da anni e anni.

Adesso andiamo incontro invece a un ritorno di tendenza, quella del “su & giu” che è una situazione abbastanza normale e consona sia per il periodo sia per la nostra zona che subisce vento caldi da sud ma anche freddi da nord.
Ci aspettiamo quindi dal 30 al 2 gennaio e dal 4 al 6 un rialzo termico fuori media ma con probabili precipitazioni (comunque nevose in appennino dai 1100/1200m) e dopo un deciso calo.

Dopo la prima settimana di Gennaio, e indicativamente dal 7/10 Gennaio in po sembra tornare un deciso calo di temperature che favorirà il proseguo dell’inverno almeno per il mese di Gennaio.
Di più chiaramente non possiamo ne vogliamo dire andando davvero troppo nel “fanta-meteo”. Questa rubrica, lo ribadiamo, serve solo per “leggere” e “analizzare” le idee che i modelli mettono sul “piatto” giorno dopo giorno.